Scheda Tecnica - Osservatorio Astronomico di Castelmauro

Vai ai contenuti

Menu principale:

Scheda Tecnica

L'osservatorio

Il telescopio CRT (Castelmauro RObotic Telescope) dell'osservatorio Boccardi è in montatura altazimutale di 60 cm di diametro con campo utile pari a circa 25 primi. Il disegno ottico è Ritchey Cretien con focale F9 ed un campo utile di 40mm di lato con scala pari a 38.19 arcsec/mm che con pixel di 9 micron consente il campionamento del seeing con almeno 3 pixel. E' prevista una campagna di seeing a settembre '08 per la caratterizzazione del sito. Misure preliminari e conservative riportano valori oscillanti tra 0.7 a 2 arcsec a seconda delle stagioni e della direzione del vento. L'orografia del luogo e l'esperienza di chi ha effettuato le misure preliminari consentono di poter affermare valori di seeing compresi tra 0.8 e 1.5 arcsec.

Il telescopio CRT fa parte del Network Magellano della ATEC Robotics
disegnato per la ricerca scientifica professionale. Dotato di una coppia di motori brushless per asse per l'annullamento dei giochi di trasmissione e di encoder di precisione sugli assi, è gestito dal sistema di controllo Magellano di ultima generazione, utilizzato, oltre che in opsservatori astronomici professionali (Torino (Reosc 1.05-m e Castelgrande 1.6-m) anche nei telescopi della base italiana in Antartide.

Il telescopio opera in autonomia ed essendo diesgnato per lo studio anche dei gamma ray burst può raggiungere velocità di puntamento pari a 90 gradi al secondo, limitati dalla cupola che può attualmente puntare a 2 gradi al secondo, ma che in un prossimo futuro potrà raggiungere anche i 10 gradi al secondo. Tali velocità sono consentite solo per l'uso automatico per ovvie ragioni di sicurezza per le persone.

Il telescopio può essere gestito in remoto dalla fine di giugno 2008 richiedendo il permesso alla ATEC Robotics che gestisce il centro attraverso il form sotto riportato. E' possibile anche installare propria strumentazionee specifica al telescopio sempre secondo accordi presi con la ATEC Robotics
.

Immagini a lato: la fase di system engineering del telescopio e enclosure, sotto la schermata della Graphics User Interface remota.

Per maggiori informazioni e per iscriversi alla mailing list con il form sotto riportato.



Desidero essere iscritto nella mailing list delle NEWS del CRT
Desidero utilizzare il telescopio CRT in remoto
Desidero ricevere informazioni tecniche sul telescopio CRT
Desidero utilizzare il telescopio CRT per fare ricerca
Desidero utilizzare il telescopio CRT da scuola con i miei alunni








 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu